outlet nike air max flore de mendula

nike air max lunar1 flore de mendula

Come alcuni di voi sapranno, sotto il profilo esistenziale, filosofico e religioso, il Buddismo ha assunto la sete di vivere, o meglio la sete in generale, come elemento costitutivo della sofferenza, s che l della sete essa stessa la via dalla liberazione dal dolore; secondo il Buddha (e il Buddismo) al di sotto della sete non c nulla che la alimenti: essa la causa stessa del Male.

Il Buddha inizi la sua predicazione enunciando le famose Quattro Nobili Verit che danno la spiegazione dell della sofferenza.

3. La terza verit che possibile mettere fine alla sofferenza eliminando l La quarta verit che esiste la via dell della sofferenza e dell ed l sentiero che rappresenta il Dharma (la

Il Buddha aveva quindi individuato nell (cio sete di esistere) alla vita e agli eventi che la contraddistinguono, la causa primaria della sofferenza umana.

La domanda da porsi : definito che esiste la sete di esistenza, c qualcosa che alla base la costituisca? Anche volendo seguire il Buddha, da che cosa poi originata la sete? Esiste un motore primo? E se s, quale?

In realt, tutto ci che vogliamo fare nella vita, tutto ci che desideriamo ottenere, ci a cui miriamo, , in effetti, parte del nostro desiderio di vivere, della nostra sete di vivere; in altre parole dei nostri scopi, del motivo per cui veniamo al mondo. Di fatto, la sete il motore della nostra esistenza, ci che ci permette di perseguire i nostri scopi e i nostri desideri. Ci poniamo cio degli obiettivi da raggiungere e tali obiettivi, generano, alimentano, indirizzano, la nostra sete di esistere. Si badi bene che la sete di esistere non necessariamente include evidenti aspetti negativi in sé: il grande pianista, lo scrittore di successo, il grande campione sportivo, il grande manager, i grandi nomi della scienza, della filosofia, della religione, ed anche ovviamente le persone con le loro normali passioni, non sono certo iatture universali come i grandi dittatori che hanno seminato morte e distruzione nei secoli. Ci non toglie, per, che di fatto sono anche queste ultime, seti di esistenza, anche se con scopi diversi.

2.4. Le sei fasi di creazione del desiderio

La sete di esistere comune a tutte le persone, sia, per ora esprimiamoci cos, per scopi che per scopi il quesito di fondo che ci stiamo ponendo é: esiste qualcosa che stia al di sotto della sete e che cio la origini, o aveva ragione il Buddha, affermando che essa stessa per cos dire, costituente sé stessa?

Il punto in discussione non di pura filosofia, ma ha anzi fondamentali conseguenze sul piano esistenziale di tutti noi, come risulter evidente se continuerete a leggere. Se infatti la causa della sofferenza fosse la vita stessa, non esisterebbero molte alternative: occorrerebbe rinunciare a desiderare di vivere per estinguere la sofferenza. Le cose non stanno proprio cos.

Gli scopi sono creati dai desideri, o sono gli scopi che fanno nascere i desideri ?

Nasce prima l o la gallina? Se il desiderio nascesse prima dello scopo, avremmo, per cos dire, un desiderio indeterminato; infatti come pu esservi un desiderio senza scopo? Manca con tutta evidenza ragione per cui il desiderio esiste: per essere soddisfatto. Come si pu soddisfare un desiderio non formulato da uno scopo da raggiungere? In altri termini, il desiderio vi lo scopo: infatti se si inverte il processo e la sequenza, la logica ci supporta ed immediatamente pi chiara: prima nasce lo scopo (dal greco:skopos= bersaglio),
outlet nike air max flore de mendula
poi il desiderio di raggiungerlo.

Ad es: prima viene presentata l da comprare, proponendovi lo scopo=bersaglio , poi nascer (forse) il desiderio di comprarla, e poi

(forse) si attueranno una serie di azioni per raggiungere lo scopo e quindi soddisfare il desiderio. Appurato che esiste una sequenza in cui gli scopi vengono prima dei desideri, esiste per un domanda, ancora: come nascono gli scopi/bersagli?

Se gli scopi sono anteriori logicamente ai desideri, cosa fa nascere uno scopo? Anche qui la domanda pu sembrare un po capziosa, pignola, ma dalla corretta comprensione di questi processi, dipende direttamente la risposta del perché del dolore nel mondo.

Lo scopo/bersaglio/obiettivo, in definitiva un che viene definita sulla base di un che chi formula lo scopo ha prima

avvertito: lo scopo nasce come conseguenza di un di una situazione che offre come risultato dell stessa una mancanza/esigenza che dev essere colmata; rimanendo all dell come risposta ad uno stimolo pubblicitario, la persona pu effettuare un (non importa se di tipo conscio o inconscio, razionale o emotivo) che la pu portare alla conclusione che s, ha bisogno di quel tipo di automobile. L che porta a questa conclusione pu essere molto razionale ( spaziosa, va bene per la famiglia, ci sta anche il cane, robusta e affidabile) oppure molto emotiva (ci faccio una gran figura con i colleghi, faccio colpo sulla ragazza, ecc.) ma porta comunque alla definizione di un che prima non era stata formulata.

Risulta quindi evidente che viene prima l poi l poi nasce lo scopo, successivamente il desiderio di raggiungerlo quindi l per raggiungere lo scopo ed infine il raggiungimento dello scopo; nel caso dell acquisto dell abbiamo prima l del messaggio pubblicitario, poi la scoperta o constatazione dell e/o mancanza dell poi lo scopo di comprare l poi il desiderio di avere l auto, poi l per raggiungere lo scopo (ad esempio risparmiare i soldi necessari), poi il raggiungimento dello scopo, cio l Sono quindi individuabili sei momenti fondamentali per comprendere l del processo della creazione della sete che alla base di tutte le azioni degli uomini (buone o cattive); essi sono:l

lo scopoil raggiungimento

E importante rendersi conto che il processo in sei fasi vale sempre quando si valuta l del pensiero, delle motivazioni, delle azioni degli uomini; sia quando si tratti di intenzioni sia quando si tratti di azioni La scoperta che alla base della nascita del desiderio vi sia comunque un primo momento di analisi, di presa di coscienza della possibilit di concepire uno scopo, implica cruciali considerazioni.

Se infatti alla base della nascita del desiderio esiste prima un ne consegue che alla radice vi sul piano essenziale un primo momento puramente concettuale in cui la persona crea un concetto (l di acquistare un la valuta poi creando un (occorre un automobile), facendo quindi nascere uno scopo (si deve comprare

un e cos via, come illustrato sopra.

La creazione di un concetto quindi il momento chiave, quello da cui tutto origina.

Tutte le opinioni, convinzioni, passioni, discussioni, contese, litigi, conflitti, guerre, violenze, sono determinate dai differenti concetti/idee che le persone originano e tali idee precedono i desideri di attuarle; le idee possono poi trovare altre persone che le condividono, facendo nascere poi opinioni condivise che creano omogeneit culturali; le omogeneit culturali creano a loro volta sentimenti di appartenenza, da cui nascono concetti di gruppo; se i gruppi sono di dimensioni rilevanti, possono diventare popoli e dare luogo a nazioni.

Le idee che determinano le aggregazioni possono essere relative a diverse categorie di concetto: possono riguardare il colore della pelle e/o le caratteristiche etniche, in questo caso abbiamo allora aggregazioni/culture etnico/razziali (e facilmente anche razziste); se le aggregazioni hanno radici economiche (ad esempio stesse idee su come organizzare l abbiamo aggregazioni/culture politico/economiche; se le aggregazioni si realizzano sulla base di comuni idee sull individuale/sociale abbiamo aggregazioni/culture politiche (polis=citt e ethos= etica1); se le aggregazioni avvengono sulla base di comuni credenze sulla trascendenza, cio su ci che non direttamente conoscibile,
outlet nike air max flore de mendula
abbiamo aggregazioni/culture religiose.

Nike Air Max

Nike Air Max escribió 1442 entradas

Navegación de la entrada